Ba Gua Zhang - Asd Taishan
A.S.D. TaiShan

Scuola YuanYang Men

BA GUA ZHANG

Il Ba Gua Zhang, o palmo degli Otto Trigrammi è uno stile di combattimento fondato sulle teorie dello I Jing (I Ching, I King, I K’ing a seconda del metodo di traslitterazione) testo classico della millenaria cultura Taoista.

Lo stile, famoso per la circolarità dei passi e la morbidezza delle tecniche, fonda la sua pratica sulla contemplazione mentale dei Trigrammi ( Simboli composti da tre linee intere e spezzate simboleggianti le forze della natura) seguendo con i passi  un cerchio immaginario a terra.

Le strategie di combattimento, eseguite prevalentemente col palmo, sono indissolubilmente legate alle tecniche Yogiche Taoiste. Senza queste, lo stile è assolutamente vuoto e privo di senso.

Grande enfasi è posta nello stile nello studio dei passi fondamentali, che si sviluppano attraverso figure geometriche semplici, triangolo, quadrato e semicerchio. Unendo passi, colpi, torsioni e spostamenti l’allievo apprende i rudimenti del Ba Gua Zhang.

La meditazione Taoista, che inizialmente è volta a sbloccare i percorsi energetici del corpo, si evolve nel corso degli anni, divenendo strumento di purificazione interiore e dello Spazio infinito dello Spirito.

Il Ba 4gua zhang non è solo un eccelsa forma di combattimento, ma un vero metodo di evoluzione spirituale, uno strumento pratico ed efficace per entrare in sintonia con le forze della natura e ritrovare il proprio centro, il proprio equilibrio interiore.

 

Simbologia Alchemica ed Applicazioni Marziali


Tutti i praticanti di KungFu sanno che la tecnica fondamentale del Ba Gua Zhang  è la passeggiata in cerchio, e ovviamente tutti i praticanti si chiedono perché ci si dovrebbe esercitare in qualcosa di così lontano dalle situazioni del combattimento reale. Le risposte che vengono date sono molteplici quanto nebulose e di solito adducono motivazioni quali la strategia dello stile, che consiste nell’aggirare l’avversario per prenderne la schiena, ed il condizionamento del corpo ottenuto attraverso la pratica della concentrazione sul Dantian eseguita durante i passi.

Per quanto queste spiegazioni siano almeno parzialmente  plausibili di certo non soddisfano quei praticanti votati al combattimento che ovviamente sottolineano il fatto che attraverso semplici spostamenti diagonali si possa aggirare più comodamente l’avversario e che Corpo e Palmo d’Acciaio siano pratiche più che sufficienti per il condizionamento: questo approccio però non è adeguato alla comprensione del Kung fu Tradizionale, e soprattutto degli Stili Interni.

Per quanto ogni stile di KungFu debba necessariamente essere applicabile al combattimento per potersi definire tale, negli Stili Interni il combattimento non è l'unico fine per il quale lo stile è stato composto, ma un esercizio per mettere in pratica i principi filosofici della Tradizione su cui lo stile si fonda .

Nel caso del Ba Gua Zhang  si tratta ovviamente della Tradizione Taoista, come indica senza possibilità di equivoco lo stesso nome di “Palmo degli Otto Trigrammi” : scopo fondamentale del Ba Gua Zhang è l’inversione dell’anima di Kan e Li per arrivare al rovesciamento di Cielo e Terra.

Ricordiamo che i Taoisti simboleggiano il Cielo con un cerchio e la Terra con un quadrato, e che l’uomo impara a camminare  e naturalmente cammina in linea retta: quando il tallone batte a terra l’Energia Celeste scende nei meridiani della spina dorsale e quando la punta del piede preme terra i punti Yongquan si attivano e l’energia della terra risale lungo i meridiani yin.

L’Alchimia Taoista così come era  insegnata da Dong prevedeva  che l’energia yin della terra fosse fatta salire lungo la spina dorsale per rinfrescare il cuore e nutrire  il cervello, l’energia celeste yang fosse fatta scendere nel Dantian e che le energie esauste del corpo venissero scaricate nella terra per nutrirla.

Camminando in cerchio e appoggiando a terra prima la punta del piede e poi il tallone, portando quindi il Simbolo Celeste sulla terra e portando il simbolo della Terra verso il cielo, il praticante medita  e mette in pratica il principio dell’Inversione di Acqua e Fuoco, Cielo e Terra.

Le trasformazioni energetiche dello stile sono scandite dalla meditazione sui Gua e la tecnica marziale stessa si fonda su tale principio, ossia le applicazioni nel combattimento sono manifestazioni dei principi  e delle energie rappresentate dai Gua.

Ecco come vengono denominati  i modi fondamentali di utilizzare gli Otto Palmi:

  1. Abbassare - Terra
  2. Sollevare - cielo
  3. Penetrare ruotando - vento
  4. Avvolgere - lago
  5. Spingere - monte
  6. Entrare tagliando - acqua
  7. Separare - fuoco
  8. Percuotere - tuono

 

I Classici del combattimento

 

Ed ecco le Otto Strategie fondamentali descritte nei termini tradizionali :

  1. Quando (l’avversario) entra, taglia il centro dell’attacco circolare nel centro, o ruota entrando dritto su forza dritta
  2. Aggira la forza che entra: yang avanza, yin arretra, se accetti la forza inghiotti e sputa
  3. Chiudi il centro ruotando per cercare il centro quando (l'avversario) tira
  4. Indietreggia aderendo, rientra ruotando
  5. Trasforma senza sforzo la forza (dell’avversario) in accordo al suo naturale corso
  6. Aumenta la forza opponendo forza contraria, sposta il centro e colpisci
  7. Usa la terra per sollevare, il cielo per affondare, sollevare è come ruotare una lancia, affondare (è come) un colpo di sciabola
  8. Taglia diagonalmente l’attacco diretto e ruota facendo ruotare

Certo la strategia dello stile prevede l’aggiramento dell’avversario, certo è vero che camminando in cerchio meditando sul Dantian si ottiene un corpo forte e vigoroso, ma senza conoscere e mettere in pratica i principi dell’Alchimia Interna Taoista sui quali il Ba Gua Zhang è stato costruito si finisce per girare a vuoto.